La vicenda dei 112 esuberi dell’Abet Spa sempre più vicina ad una svolta

BRA La vicenda dei 112 esuberi dell’Abet Spa sempre più vicina ad una svolta. Nell’incontro di mercoledì scorso infatti, è arrivato un primo sì alla cassa integrazione straordinaria e all’eventuale mobilità su base volontaria da parte dei dirigenti della storica ditta di laminati plastici. Intenzione che è stata fissata in un verbale nel quale i sindacati provinciali hanno appuntato che il responsabile del personale ha accettato di prendere in esame la cassa integrazione straordinaria (per un anno) e l’eventuale mobilità, su base volontaria, dei dipendenti. Coloro che decidessero invece di accogliere la proposta di un passaggio all’azienda che si occuperà di effettuare la logistica, avrebbero anche delle tutele.

v.m.