Le quattro nuove aree ambientali protette nella piana del Tanaro

L'assessore regionale alla Montagna Alberto Valmaggia.

REGIONE «Con questa legge non solo riconosciamo oltre 10mila ettari di nuove aree naturali protette», afferma l’assessore all’ambiente della Regione Piemonte Alberto Valmaggia, «ma lo abbiamo fatto con il massimo coinvolgimento del territorio, in primo luogo col confronto diretto con i Comuni e con le associazioni ambientaliste». Nella regione l’estensione delle aree naturali protette supera i 200 mila ettari. Fino a ora, il sistema delle aree naturali piemontesi era costituito da 2 parchi nazionali, da 83 aree a gestione regionale, da 9 aree a gestione provinciale e da 3 a gestione locale.

Gli interventi nel territorio astigiano prevedono l’istituzione di 4 nuove riserve naturali e di altrettante zone naturali di salvaguardia di collegamento, nella piana del Tanaro in parziale sovrapposizione a esistenti siti della rete Natura 2000, da affidarsi al’ente di gestione del Parco paleontologico astigiano, che già gestisce i siti comunitari coincidenti territorialmente. Saranno inoltre rideterminati i confini dell’attuale riserva naturale di Rocchetta Tanaro sulla base dei dati presenti nel nuovo piano forestale aziendale.

p.ca.