Il Cuneo di Raviola vince la Supercoppa di pallapugno

DOGLIANI L’Acqua San Bernardo Spumanti Bosca Cuneo di Federico Raviola si aggiudica la Supercoppa di pallapugno. Allo sferisterio i Dogliani, si parte con la battuta alla piemontese (muro a sinistra) e cinque giochi tutti a favore dei cuneesi campioni d’Italia in carica, anche se i primi due sono risolti alla caccia unica e il quinto al primo vantaggio. Sul 4-0, interruzione di otto minuti per la pioggia. All’inversione della  battuta, con il muro a destra, la Tealdo Scotta Alta Langa prova a reagire, aggiudicandosi i primi due giochi (uno alla caccia unica), poi si prosegue con un gioco per parte fino al riposo e l’Acqua San Bernardo Spumanti Bosca Cuneo avanti 7-3 dopo due ore esatte. Gioco d’apertura della ripresa per Raviola e compagni, la quadretta langarola di Davide Dutto resta in scia, ma non riesce a provare lo spunto per avvicinare gli avversari e finisce 11-7.

Acqua San Bernardo Spumanti Bosca Cuneo: Federico Raviola, Davide Devalle, Danilo Mattiauda e Manuel Brignone. Dt: Giuliano Bellanti.

Tealdo Scotta Alta Langa: Davide Dutto, Alessandro Re, Davide Iberto e Daniele Panuello. Dt: Gianni Costa.

Arbitri: Giorgio Gili e Ivan Montanaro.

Note: due ore il primo tempo con un’interruzione di otto mintuti per la pioggia di otto; 58 minuti il secondo tempo.

Andamento dei giochi: 1-0 (caccia unica), 2-0 (caccia unica), 3-0, 4-0, 5-0, 5-1 (caccia unica), 5-2, 6-2 (caccia unica), 6-3, 7-3, 8-3, 8-4 (a zero), 9-4, 9-5, 10-5, 10-6, 10-7, 11-7.

Fabio Gallina