Ottima affluenza e pubblico qualificato nel primo week-end di Vinum

ALBA E’ stata inaugurata con successo il 25 aprile la quarantatreesima  edizione della fiera nazionale Vinum, la più grande enoteca a cielo aperto d’Italia che presenta quest’anno 800 etichette di circa 400 produttori del territorio di Langhe, Roero e Monferrato.  Nel lungo ponte di fine aprile la manifestazione (che ritornerà ad Alba il 1° maggio e nuovamente nel weekend del 4-5 maggio)  un pubblico giovane, attento e selezionato di enoturisti provenienti da tutte le regioni d’Italia insieme a moltissimi stranieri ha degustato i migliori vini piemontesi nei banchi d’assaggio disseminati nel centro storico della città. Fin dai primi giorni di vendita on-line, lo scorso gennaio, si sono registrate molte prenotazioni da Svizzera, Gran Bretagna, Norvegia e nord Europa a cui si sono aggiunti visitatori dall’Olanda, Irlanda, Ucraina, Canada, Brasile e Porto Rico. Nel week-end del 27 e 28 aprile ad Alba, città creativa Unesco per la gastronomia, è stata inoltre ospitata la città francese di Limoges, città creativa Unesco universalmente conosciuta per la sua porcellana e i suoi smalti.

In cinque piazze albesi e al Palazzo mostre e congressi, è stato possibile degustare i grandi vini di Langhe, Monferrato e Roero, senza dimenticare le grappe e i distillati del Piemonte. Tutte le degustazioni sono guidate e curate da esperti sommelier dell’Ais (Associazione italiana sommelier). Inoltre,  undici punti ristoro curati dai borghi di Alba, dall’Accademia alberghiera di Alba e dall’Associazione macellai albesi, hanno proposto oltre 50 ricette del territorio. Lo Street food ëd Langa ha permesso di degustare le prelibatezze della nostra terra passeggiando per la città e sorseggiando un calice di vino.

Grande accoglienza anche per i laboratori e convegni sul mondo del vino e dei prodotti d’eccellenza come i workshop sui formaggi Dop grazie all’intervento dell’Onaf (Organizzazione nazionale assaggiatori formaggi) e di esperti sommelier. La Sala Beppe Fenoglio ha segnato il tutto esaurito per le occasioni di approfondimento e i laboratori di Vinum incontra. Sold out, tra i vari appuntamenti, anche l’interessante incontro a cura di Rastal Italia per approfondire l’importanza della scelta del calice per la degustazione.
Curiosità ed entusiasmo anche per gli appuntamenti Vinum va…al golf, al Golf club di Cherasco dove sono stati abbinati “18 vini per 18 buche” rendendo onore ai 40 anni del Dolcetto.

Confermato il successo di Vinumincantina, iniziativa che ha offerto la possibilità di visitare alcune tra le più importanti cantine di Langhe, Roero e Monferrato selezionate dai più grandi chef del territorio.
Arte e musica sono elementi complementari del programma di Vinum. Al Palazzo mostre e congressi Acqua di Cherasco ha inaugurato In loco logo una mostra esperienziale che invita a interagire con il panorama olfattivo del nostro territorio. Al Palazzo Banca d’Alba sono esposti i progetti architettonici Platform. Best italian interior design selection selezionati tra oltre 400 candidature proposte alla redazione della prestigiosa rivista Platform architecture and design. Il cortile della Maddalena ha ospitato i concerti dell’International jazz day Unesco a cura di Milleunanota, nel decimo anno di attività dell’associazione. Il week-end si è concluso con il concerto del  Braxophone 5et da New Orleans alla musica contemporanea nella chiesa di San Giuseppe. Inoltre, il centro cittadino, grazie all’Associazione commercianti del centro storico, è stato abbellito da numerose farfalle colorate con cui i visitatori hanno interagito tra selfie e foto ricordo.

Vino e bambini non sono un ossimoro grazie a Vinum bimbi, l’area in cui i più piccoli possono scoprire il valore del vino attraverso il gioco grazie ai balocchi di legno, realizzati artigianalmente dal parco didattico Le colline di Giuca.
Molti gli arrivi in treno ad Alba anche grazie al rinnovato accordo con Trenitalia e tutto esaurito per gli speciali bus Torino-Alba andata e ritorno grazie alla partnership con Bus company. Un’ottima azione per bere responsabilmente che va di pari passo con l’attenzione all’ecologia grazie anche alla collaborazione con l’acqua Valverde, servita rigorosamente in bottiglie di vetro.