Comunali ad Alba: piccole storie specchio di un paese frammentato

ALBA Cirio è sotto il palazzo del municipio saluta i giornalisti. In sala stampa, un signore guarda lo schermo montato nella sala del municipio con Salvini che parla, si avvicina al televisore e dice: «Ora la campagna elettorale è finita, basta con la propaganda!». E un altro risponde: «Voi della sinistra avete sbagliato tutte le mosse, avete scordato chi siete, ora pagate il prezzo».

Il risultato ormai è certo, ma nel palazzo del comune si avvicendano piccole storie specchio di un paese frammentato, scisso in fazioni senza possibilità di integrazione o dialogo. Alcuni cittadini sperano ancora in un colpo di scena. «Se Bo non prende il 50%, al ballottaggio possiamo ancora vincere», dice una donna col viso triste.