Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Destefanis, sindaco di Montelupo: puntiamo a migliorare i servizi

MONTELUPO ALBESE Si è insediato il Consiglio comunale e il sindaco Marilena Destefanis ha prestato giuramento per il suo secondo mandato. Tutti i candidati dell’unica lista Insieme per Montelupo sono stati eletti: Luciano Marengo, Cesare Cadini, Ercole Pasquale Valente, Raffaella Marello, Matteo Berchialla, Silvia Torrengo, Federico Destefanis, Marco Destefanis, Giuseppe Drago e Valentina Barone.

La Giunta è composta dal vicesindaco Luciano Marengo (con deleghe alla cultura e ai rapporti istituzionali) e dall’assessore Cesare Cadini, a cui è stata conferita la responsabilità per la Protezione civile e i rapporti con la Pro loco e le associazioni del paese. Il capogruppo consiliare è Ercole Valente.
È stata nominata anche la Commissione elettorale, composta da Giuseppe Drago, Silvia Torrengo e Matteo Berchialla (membri effettivi) e Marco Destefanis, Valentina Barone e Raffaella Marello come supplenti. Marco Destefanis e Federico Destefanis formano la Commissione agricoltura.

Nel discorso di insediamento Destefanis ha detto: «Grazie alle tante persone che ci hanno votato dandoci di nuovo la fiducia. Un ringraziamento speciale va al Consiglio uscente e ai componenti della Giunta per il proficuo lavoro svolto – ricco di sacrifici, ma anche di soddisfazioni – che ha permesso di avere un Comune in buono stato e con un bilancio sano». Secondo la prima cittadina al secondo mandato aumenta la consapevolezza delle responsabilità. «Il programma punta a migliorare e a conservare i servizi e le infrastrutture, valorizzando il lavoro svolto dalle passate amministrazioni. Abbiamo in mente un paese aperto a tutti, dove è bello poter restare insieme, un paese per le famiglie, dedito al turismo e attento agli aspetti produttivi e alla cultura. Ai cittadini chiedo di continuare a essere collaborativi e propositivi verso l’Amministrazione, stimolando con idee, pareri e suggerimenti, per rendere la vita della nostra comunità più vivace e solidale», ha detto Destefanis.

Giorgia Barile