Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Copertura della ferrovia: due aziende in gara a Bra

BRA Due le imprese che si contendono l’appalto per realizzare la seconda parte della copertura della ferrovia braidese, nel tratto che corre tra via Coppa d’Oro e via Vittorio Veneto, dove è già stato realizzato il lungo muro di sostegno, ovvero tra la parte già coperta e il ponte di via Cuneo.
Allo scadere del bando, lo scorso 17 giugno, erano pervenute in Comune due buste, con relative offerte, che sono state aperte la scorsa settimana da una commissione della quale fa parte l’architetto Monica Perno, funzionaria comunale dell’ufficio patrimonio. Che spiega: «Dopo l’apertura delle buste, con le offerte preparate da due aziende che hanno adottato il metodo della proposta economicamente più vantaggiosa, si devono effettuare anche i controlli dei requisiti previsti dal bando, per decretarne la loro ammissibilità».
Hanno aderito alla procedura per l’appalto dei “lavori di copertura della trincea ferrovia Alba-Bra nel tratto urbano compreso tra via Cuneo e strada degli Orti”, con un importo stimato di circa 800mila euro, la ditta Preve costruzioni Spa di Cuneo e il raggruppamento temporaneo di imprese formato dalla Lpm Srl di Torino e dall’azienda di Antonio Lenta di Cherasco.
Aggiunge l’architetto Perno: «Dopo la verifica della manodopera (ovvero delle somme destinate al pagamento del personale) e dell’offerta generale, stabiliremo la graduatoria; nei successivi 35 giorni si effettueranno tutte le verifiche documentali, per poter poi procedere con l’affidamento dei lavori agli inizi di settembre».
Le risorse per la copertura economica di questo atteso intervento sono già presenti nelle casse comunali, essendo state erogate dalla Regione Piemonte e da Rfi (Rete ferroviaria italiana), a seguito della sinergia che si è creata tra l’Amministrazione comunale e la stessa Rfi.
Spiegano ancora all’ufficio patrimonio: «Proprio grazie alla razionalizzazione di alcuni passaggi a livello presenti nel territorio comunale braidese, che sono stati chiusi, abbiamo ottenuto le risorse economiche necessarie per effettuare la copertura di questo secondo tratto della linea ferroviaria per Alba, che consentirà di ricavare altri 40 parcheggi, a ridosso del centro cittadino».
Valter Manzone