Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

La Giunta di Bo rimette le mani su corso Europa

ALBA Per ora è prematuro parlare di un ritorno al “vecchio” corso Europa a quattro corsie o di ogni altra soluzione progettuale per risolvere le problematiche di una delle arterie nevralgiche del traffico albese, ma una certezza c’è: la Giunta di Carlo Bo ha avviato una fase di studio per analizzare a fondo la situazione, in modo da programmare interventi futuri. Qualche segnale era già arrivato la scorsa settimana, con il ripristino del doppio senso di marcia tra via Padre Girotti e via San Pio V, dove si svolge il mercato rionale, per non appesantire ulteriormente il traffico principale. Le intenzioni dell’Amministrazione sono chiare, come spiega l’assessore ai lavori pubblici Massimo Reggio: «Ci sono una serie di problematiche evidenti, in particolare la presenza di parcheggi laterali alla strada, che rallentano il traffico ogni volta che viene effettuata una manovra, così come il modo in cui è stato concepito il percorso ciclabile, che in diversi punti presenta elementi di pericolosità. Però, prima di parlare d’interventi, è necessario valutare la situazione attuale ed è ciò che inizieremo a fare in queste settimane».

Per Reggio, rivalutare il corso non significa per forza cancellare le modifiche apportate dalla Giunta Marello: «Potremmo considerare questi anni come una sorta di sperimentazione, dalla quale sono emersi spunti positivi ma anche aspetti che andranno rivisti: la nostra intenzione è smaltire il traffico, ridurre la pericolosità, mantenere un numero soddisfacente di parcheggi e non eliminare affatto i percorsi ciclabili».

E se è ancora presto per parlare di veri progetti, la prima uscita informale dell’assessore e del suo gruppo di lavoro in corso Europa è avvenuta già questo sabato.

Francesca Pinaffo