Mombarcaro diventa la capitale del “cornhole”

CURIOSITÀ Il paese di Mombarcaro si prepara a un appuntamento unico: il torneo open di cornhole che si terrà nella piazza principale domenica 21 luglio, organizzato dall’Associazione italiana cornhole-Mombarcaro (Aic Mombarcaro). Si tratta di un gioco a squadre nel quale si lanciano dei sacchetti di stoffa, riempiti solitamente di mais, verso una piattaforma di legno.  Sembra che il gioco sia originario della Germania e che sia nato osservando bambini che giocavano a tirare delle grosse pietre in una buca. Si rese necessario in quel momento inventare un sistema meno pericoloso per divertirsi. Gli ingredienti fondamentali sono una piattaforma posta a 10 metri dalla linea di lancio, dalla quale i giocatori scagliano alternativamente sacchetti verso la piattaforma.

In Italia il gioco si è diffuso intorno al 2007 e dal 2009 si svolge nel nostro Paese anche il Campionato italiano a coppie. La prima edizione si è tenuta a Ravenna, mentre quelle successive si sono svolte a Modena. Le modalità e le regole ricordano un vecchio gioco di squadra praticato in Piemonte e comunemente noto come ciapele, molto simile alla prima versione tedesca del cornhole. Da qui nasce il legame del cornhole con il paese più alto delle Langhe.

Da alcune settimane gli appassionati e i dilettanti, incuriositi dal gioco, si stanno allenando a Mombarcaro in attesa del torneo. Il programma di domenica prevede il ritrovo alle 10 nella piazza principale di Mombarcaro. A seguire, l’avvio dei giochi e una pausa dalle 12 alle 13 per il pranzo preparato nel salone comunale (a carico dei partecipanti). Le gare riprenderanno nel pomeriggio e termineranno alle 19, seguite dalla premiazione e dalla cena al ristorante La vetta delle Langhe. Per la cena (22 euro, bevande incluse) è necessaria l’iscrizione. Per informazioni e contatti è possibile consultare la pagina Facebook Associazione Italiana cornhole-Mombarcaro.

Debora Schellino