Tentano di truffare una ditta di Guarene per rubare 27 mila euro di merce con false fideiussioni

Controlli speciali a Ferragosto: quattro persone denunciate

GUARENE Si erano fatti consegnare 27mila euro di merce con false fideiussioni da una ditta di Guarene. Tritaghiaccio, forni a microonde, lavabicchieri e frullatori erano finiti nel magazzino di una cooperativa con sede in un capannone a Cussanio (frazione di Fossano). E’ solo uno degli episodi contestati ai torinesi Simone Salandra e Salvatore Ferrante nel processo che si è concluso, a Cuneo, con una condanna per truffa e pene detentive comminate a entrambi per fatti che risalgono al 2014. Salandra dovrà scontare una pena di un anno e un mese, Ferrante 10 mesi con la  sospensione condizionale. I due si avvalevano di alcuni collaboratori ai quali facevano firmare le false fideiussioni (Frank Sottile e Marco Fieschi entrambi assolti). Un altro tentativo di truffa ai danni di un’azienda di Marene, in questo caso per un importo in merce, un muletto, di 30mila euro, era andato a vuoto.

Davide Gallesio

Banner Gazzetta d'Alba