Positivo all’alcol test il giovane che ha investito i motociclisti Eugenio e Maria

Immagine di repertorio

VILLAR PEROSA Il tasso alcolemico rilevato era di 0,71 e superava la soglia fissata dalla legge che è di zero per i neo patentati e di 0,5 grammi per litro per chi ha la patente da più di tre anni. Sono questi gli esiti degli esami ai quali è stato sottoposto il 20enne di Frossasco che, nella mattina di ieri erano circa le 8 e 45, alla guida di una Fiat Panda ha travolto e ucciso Eugenio Conti e Maria Amasio i due coniugi astigiani residenti nella frazione di Revignano. Il conducente viaggiava a bordo dell’auto con la fidanzata, una 19enne di Cantalupa, entrambi sono stati trasferiti all’ospedale di Pinerolo per accertamenti, quindi per lui è scattata le denuncia per omicidio stradale. L’impatto sulla Statale 23 che conduce al Sestriere, meta della gita in moto della coppia di pensionati: il loro viaggio è finito in tragedia all’altezza di una rotonda tra San Germano Chisone e Villar Perosa. Inutili i tentativi, compiuti dalle squadre del personale medico, di rianimare i due centauri, sbalzati in aria nell’impatto fra la BMW 1200 guidata dall’ex falegname e l’auto. Cordoglio ha espresso il sindaco di Tigliole dove Eugenio Conti aveva, per lunghi anni diretto una falegnameria, la coppia lascia due figlie, una residente in svizzera l’altra nell’albese.

Davide Gallesio