I Carabinieri sventano un suicidio a Roccasparvera

ROCCASPARVERA Una pattuglia dei Carabinieri della Compagnia di Borgo San Dalmazzo è intervenuta nei pressi della diga Enel di Roccasparvera per trarre in salvo un uomo che manifestava il proposito di togliersi la vita.  L’uomo, un trentanovenne del posto, in verosimile stato di ebbrezza alcolica, si era allontanato dalla comunità La rocca, dove era in cura e, dopo aver scavalcato il parapetto del ponte che sovrasta il fiume Stura, si posizionava sul ciglio del baratro, dondolando pericolosamente verso il vuoto. I militari intervenuti hanno subito intuito la criticità della situazione e sono riusciti a dialogare con l’uomo per cercare di tranquillizzarlo. In questo modo sono riusciti lentamente ad avvicinarsi e nel momento in cui hanno notato che stava per darsi l’ultima spinta nel vuoto, lo hanno afferrato con forza dalle braccia, portandolo in salvo. Sul posto è stato fatto giungere personale del 118 che ha trasportato l’uomo, ancora scosso e confuso,  all’ospedale di Cuneo per le prime cure. Ai militari è giunto il ringraziamento del responsabile della comunità La rocca, dove il malcapitato è potuto tornare dopo la brutta avventura.