L’assessore regionale Icardi in visita all’ospedale di Asti

ASTI L’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi, ha visitato nel tardo pomeriggio di ieri l’ospedale di Asti.«E’ una struttura moderna, con eccellenze che sono riconosciute non solo a livello regionale. Accompagnato dal commissario dell’Asl, Giovanni Messori Ioli, ho incontrato alcuni primari, e tra loro il dottor Marco Scaglione, primario di Cardiologia, centro di riferimento in particolare per le ablazioni cardiache e per la cura delle aritmie», ha detto Icardi.

«Una delle criticità sulle quali intendiamo lavorare riguarda l’ammodernamento delle apparecchiature tecnologiche e dei macchinari in dotazione ai vari reparti. In questi anni le Fondazioni bancarie e le associazioni di volontariato attive sul territorio sono intervenute con donazioni cospicue che hanno contribuito a risolvere alcune situazioni critiche, ma è fondamentale che anche l’Asl, supportata dalla Regione, investa. E per investire è necessario avere i conti in regola, come ho più volte ribadito. Il tema dell’obsolescenza delle apparecchiature riguarda non solo Asti ma altri ospedali della nostra regione ed è sempre più urgente», prosegue l’assessore regionale.

«Attualmente l’ospedale di Asti è il riferimento per la città e per tutta la provincia: a breve, ripartiremo con il completamento della procedura per il presidio della Valle Belbo, per fornire un’offerta di prestazioni adeguata per un territorio che ha una popolazione anziana e molti piccoli Comuni. La Regione è molto attenta, in questa fase, alle realtà locali che vuole valorizzare e far conoscere maggiormente, mettendo in rete le esperienze migliori», conclude Icardi.