Mahle: la Regione tratta con la proprietà tedesca dell’azienda

TORINO «La Regione Piemonte non lascerà soli i lavoratori e sta seguendo con molta attenzione, fin dalle prime ore, il caso della Mahle», commenta il presidente della Regione Alberto Cirio. «Nei giorni scorsi la visita a Torino del premier Conte è stata l’occasione per sottolineare al Presidente del Consiglio anche questa specifica situazione, tra le crisi aziendali che il Piemonte sta vivendo e le vertenze aperte sul nostro territorio. Il caso degli stabilimenti piemontesi di Saluzzo e La Loggia è monitorato anche attraverso l’unità di crisi dell’assessorato al lavoro che ha intrapreso un dialogo con la proprietà tedesca con l’obiettivo di tutelare tutti i lavoratori. Metteremo in campo ogni strumento utile perché si possa arrivare a una conclusione positiva della trattativa in corso».

In base a quanto prevede la legge, dopo 45 giorni da quando è stata comunicata la procedura di licenziamento collettivo, se non si dovesse giungere a un accordo in sede sindacale, la trattativa passerà in mano alla Regione.