50 milioni di metri quadrati di amianto in Piemonte

IN REGIONE «In questi giorni stiamo aggiornando la programmazione. Stiamo cercando di capire come integrare le finanze regionali con quelle dello Stato per coprire le richieste degli enti locali in tema di amianto»: lo spiega Matteo Marnati, delegato di Alberto Cirio all’ambiente.

Il Piano regionale amianto 2016-2020 ha stimato la presenza di oltre 50 milioni di metri di coperture in eternit. Tramite il lavoro di mappatura realizzato da Arpa, le superfici individuate con telerilevamento vengono verificate sul campo. È opportuno ricordare che la legge stabilisce che tutti i proprietari di immobili contenenti amianto sono obbligati a comunicarlo all’Asl. Il processo di mappatura prevede l’integrazione del telerilevamento con le comunicazioni. Le percentuali più significative di eternit riguardano gli edifici industriali, artigianali, agricoli. In percentuale minore sono poi interessati i privati.

Per quanto riguarda gli edifici pubblici negli ultimi anni è stato fatto molto lavoro, anche grazie ai contributi della Regione. A settembre sono state assegnate risorse per oltre 2 milioni; nella graduatoria sono inserite richieste per altri 4 milioni, che potrebbero essere finanziate nel 2020. Per questi dati si ringrazia Giorgio Schellino, della Direzione ambiente, governo e tutela del territorio regionale.

m.p.

INCHIESTA: LA PROBLEMATICA DELL’AMIANTO