L’istituto Piera Cillario di Cortemilia guarda avanti

CORTEMILIA L’istituto d’istruzione secondaria superiore Piera Cillario Ferrero di Cortemilia ha presentato il nuovo comitato tecnico-scientifico relativo all’indirizzo di studio in industria e artigianato per il made in Italy. L’organismo paritetico è formato da docenti, imprenditori, rappresentanti del mondo del lavoro e delle professioni, docenti universitari qualificati nella ricerca scientifica e tecnologica e rappresentanti degli enti locali.  «Lo scopo prioritario del nuovo organismo di consulenza è quello di favorire la collaborazione con le aziende per creare figure spendibili nel mondo del lavoro», ha detto la dirigente scolastica, Paola Boggetto. In questa direzione, che si è rivelata fin da subito efficace, l’istituto superiore cortemiliese collabora da tempo con le aziende locali per creare figure professionali che possano cominciare a lavorare già dal giorno dopo l’esame di maturità.

Il nuovo comitato tecnico-scientifico potrà essere un valore aggiunto per adeguare al meglio i programmi scolastici alle esigenze delle aziende. Fanno parte del nuovo organismo, oltre al dirigente e al personale scolastici, il Comune di Cortemilia, l’Unione montana alta Langa, il consorzio turistico Langhe-Monferrato-Roero, il Consorzio di tutela della nocciola Piemonte Igp, l’ente Fiera della nocciola, l’Anpal (Agenzia nazionale politiche attive del lavoro), un consulente del lavoro e le aziende del territorio. «È indispensabile far capire quanto vale la nostra scuola e l’importanza che ha per il territorio, in modo da avere sempre un numero di iscritti adeguato a garantirne il futuro», ha concluso il sindaco di Cortemilia e presidente dell’Unione montana alta Langa, Roberto Bodrito.

Fabio Gallina