Alpitel, sciopero e presidio a Moncalieri

I lavoratori Alpitel in sciopero hanno organizzato un presidio sotto il Comune di Moncalieri. L’azienda ha annunciato a metà dicembre 100 licenziamenti in tutta Italia, di cui 32 a Moncalieri e 29 a Nucetto, nel Cuneese.

«La Alpitel è la città di Moncalieri, non siamo 160 ma 60 mila. Faccio appello al Mise perché in fretta si diano risposte che rassicurino donne e uomini e le loro famiglie. È una crisi che riguarda tutti e non qualcuno», ha detto il sindaco Paolo Montagna ai lavoratori ricevendoli nella sala del Consiglio comunale.

«L’adesione allo sciopero è stata del 100% e siamo soddisfatti che il sindaco abbia incontrato i lavoratori in sala Consiglio, sostenendo le loro ragioni. Abbiamo esaurito i 45 giorni di procedura sindacale senza trovare un accordo e siamo in attesa della convocazione del tavolo presso il Mise, dove chiederemo il ricorso ai contratti di solidarietà a fronte di un piano industriale che ancora non c’è», afferma Gianni Mannori, responsabile Alpitel per la Fiom di Torino.

Ansa