Cimice asiatica: per Cirio è una piaga. Danni stimati in 180 milioni di euro

CIMICE In Piemonte i danni causati alle aziende agricole dalla cimice asiatica ammontano già a 180 milioni di euro e la Regione, nell’incontro del 5 febbraio, chiederà alla Commissione Agricoltura della Ue di “attivare specifiche risorse per i risarcimenti e per la ricerca”. Lo annuncia il governatore, Alberto Cirio. “La cimice asiatica – dice Cirio – una vera e propria piaga che sta mettendo in ginocchio l’agricoltura italiana e in particolare la frutticoltura che rappresenta una delle eccellenze del Piemonte”.

L’assessore piemontese all’Ambiente, Matteo Marnati, oggi ha partecipato alla manifestazione promossa da Coldiretti a ‘Fieragricola’ di Verona, facendo notare come la proliferazione dell’insetto “stia procurando danni non solo alle colture, ma anche all’equilibrio ambientale, in particolare nel caso dei pioppi che, se colpiti, non riescono più a filtrare la CO2 e quindi a migliorare la qualità dell’aria”.

Ansa