In arrivo fondi statali per la sicurezza in dieci paesi

Uno smottamento verificatosi a Cossano Belbo nel novembre scorso.

DISSESTO È stato pubblicato nei giorni scorsi sulla Gazzetta ufficiale il decreto del presidente del Consiglio relativo al piano operativo per il dissesto idrogeologico 2019. Lo stanziamento prevede 361 milioni e 896.975 euro per 236 interventi necessari a contrastare la fragilità del territorio nazionale. L’impegno finanziario trova copertura nelle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 deliberate dal Cipe. I fondi verranno erogati in via diretta, senza la stipula di successivi accordi di programma.

Tra i beneficiari dei contributi troviamo numerosi Comuni di Langa. Camerana riceverà 450mila euro per la realizzazione di difese spondali sul fiume Bormida, tra il ponte sulla provinciale 11 e quello per frazione Isola, e 350mila euro per consolidare l’abitato di località Villa. Santo Stefano Belbo avrà 400mila euro per sistemare un versante in frana a valle del centro abitato di Camo, ex Comune autonomo che da poco più di un anno è diventato una frazione santostefanese. A Cossano Belbo arriveranno 450mila euro per completare i lavori di difesa dell’abitato sul versante destro del torrente Belbo, mentre Mango avrà a disposizione 300mila euro per concludere il consolidamento della frana a valle di via Fenoglio.

Monesiglio, per la messa in sicurezza della strada comunale San Biagio-Bozzetti attraverso opere di difesa idraulica, avrà un contributo di 350mila euro e Paroldo ne otterrà 300mila per completare il consolidamento del capoluogo e di località Brozzi. Il contributo maggiore arriverà a Prunetto, con 600mila euro per la sistemazione idraulica del fiume Bormida e la messa in sicurezza del ponte sulla provinciale verso località Mosca. Rocchetta Belbo, invece, incasserà 400mila euro per il primo lotto dei lavori relativi alla sistemazione idrogeologica del versante a ridosso delle aree produttive, mentre Sinio avrà 400mila euro per completare il consolidamento del versante collinare di località Mensa. Infine, Murazzano, otterrà 100mila euro per il consolidamento della provinciale per Bossolasco, interessata da una frana.

Evidenzia Marco Bussone, presidente dell’Uncem: «Occorrono sempre più interventi non in emergenza, ordinari, anno dopo anno, con fondi certi e programmi chiari, dando priorità a quelli più urgenti e in aree dove il rischio è maggiore».

c.o.