La ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza deve avere rilevanza internazionale

TORINO «Abbiamo appreso con soddisfazione che il Governo francese si esprimerà il 15 febbraio sull’importanza della linea ferroviaria Cuneo-Breil-Ventimiglia-Nizza. Oggi scriveremo al ministro delle infrastrutture, Paola De Micheli, perché faccia lo stesso e recepisca la rilevanza internazionale della linea, in modo da creare le condizioni per incrementare in tempi brevi, con risorse europee, il servizio. Esprimiamo estrema soddisfazione per la perfetta intesa sull’argomento con Région Sud»: è quanto hanno dichiarato, in un comunicato congiunto, gli assessori ai trasporti delle regioni Liguria e Piemonte, Gianni Berrino e Marco Gabusi, dopo l’incontro con i coordinatori del Corridoio Mediterraneo, Iveta Radicova, e del Corridoio Mare del Nord-Mediterraneo, Peter Balazs, e di rappresentanti di Region Sud svoltosi giovedì 30 gennaio nel Principato di Monaco, sulle questioni transfrontaliere riguardanti l’asse Nizza-Monaco-Ventimiglia-Genova.

Da sinistra: l’assessore piemontese Marco Gabusi, il vicepresidente della Région Sud Philippe Tabarto e l’assessore ligure Gianni Berrino

«La Regione Piemonte – ha aggiunto Gabusi – ritiene di grande interesse che la Cuneo-Ventimiglia-Nizza venga considerata linea internazionale da entrambi i Governi, in quanto ha le carte in regola per porsi come congiunzione tra i due corridoi della rete transeuropea dei trasporti e diventare così strategica per la mobilità nei territori interessati».

Marco Gabusi a colloquio con Iveta Radicova, coordinatrice del Corridoio Mediterraneo