Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Marta Giovannini entra nel consiglio della Strada del Barolo

CASTIGLIONE FALLETTO L’Unione di Comuni colline di Langa e del Barolo ha nominato Marta Giovannini come proprio rappresentante nel Consiglio di amministrazione della Strada del Barolo: si completa quindi la compagine dei nuovi consiglieri eletti dall’assemblea dei soci nel luglio scorso.  Avvocato, classe 1968, sindaco di Verduno e membro del Consiglio nazionale dell’Anci, Marta Giovannini dichiara: «Intendo contribuire al lavoro della Strada del Barolo portando la mia esperienza nell’amministrazione pubblica e impegnandomi per valorizzare il turismo e la cultura dei nostri luoghi che, se ben gestiti, sono motori, anche economici, importantissimi di crescita per una realtà splendida quale quella delle Langhe e dell’Italia intera».

Il Consiglio di amministrazione della strada del Barolo eletto nel luglio scorso.

Con l’ingresso di Marta Giovannini sono sette i nuovi consiglieri che andranno ad affiancare il presidente Lorenzo Olivero e il vice Mauro Daniele. La nuova squadra punta a dar voce a tutte le anime dell’associazione, a partire dalla ristorazione e la ricettività, due settori fondamentali per il turismo, che saranno rappresentati da Maria Grazia Ansaldi, eletta vicepresidente. A testimonianza del rilievo che si intende dare ai musei e al turismo culturale, entra a far parte del nuovo Consiglio di amministrazione anche Tiziano Gaia, responsabile relazioni esterne della Barolo & castles foundation. La promozione e la divulgazione della cultura vinicola rimane una delle mission fondamentali della Strada del Barolo: ecco perché fra i consiglieri è stato eletto anche Sandro Minella, sommelier e guida turistica.

Le aziende vinicole, che sono e rimangono il pilastro portante dell’associazione, saranno rappresentate da Emanuela Bolla, Denise Marrone e Fiorella Sacchetto.