Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Oltre 6 milioni le pagine viste sul sito di Gazzetta d’Alba nel 2019 (+57%)

ALBA Il nostro giornale ha chiuso il 2019 con un incremento sul Web pari al 57 per cento
Sei milioni, 376mila e 888 visualizzazioni di pagina sul sito www.gazzettadalba.it. Dodici mesi fa, commentando un 2018 da record, chiuso a poco più di 4 milioni di pagine viste, avevamo fissato l’asticella all’ambizioso traguardo di 5 milioni. Un obiettivo superato con oltre due mesi di anticipo il 18 ottobre 2019, con un risultato che è andato oltre ogni più rosea aspettativa.

1,3 MILIONI SONO GLI UTENTI UNICI (+80%)

Le visualizzazioni erano state 1,4 milioni nel 2015, 2,7 milioni nel 2016, 3,6 milioni nel 2017 e 4 milioni nel 2018, in una crescita esponenziale, nonostante mesi difficili – i primi del 2018 – per il cambio dell’algoritmo di Facebook. Il lavoro congiunto della redazione e dei curatori del sito Marcello Pasquero e, da novembre, Enrico Fonte – di ritorno a Gazzetta – ha permesso di macinare record su record e di confermare il ruolo di leader anche sul Web della nostra testata, da 138 anni voce del territorio di Langhe e Roero.

6.376.888 pagine valgono una crescita del 57 per cento rispetto al 2018, ancor maggiore l’incremento di sessioni aperte sul sito di Gazzetta, più di 4 milioni, in aumento del 71 per cento. Gli utenti unici che hanno effettuato l’accesso al sito del nostro giornale sono stati 1,3 milioni, in aumento dell’80 per cento. Niente male se pensiamo che il bacino di riferimento di Gazzetta insiste su un’area in cui vivono 150mila abitanti. Tolti anziani e bambini, è possibile dire che in media ogni cittadino di Albese e Braidese ha aperto una decina di volte il sito di Gazzetta nel 2019.

Facebook è il canale da cui accede al sito la maggior parte degli utenti, ma si tratta di un dato in calo, perché aumentano le ricerche organiche e gli accessi diretti. Le pagine aperte da Facebook scendono dal 60 al 51 per cento e vengono quasi pareggiate da chi accede direttamente al sito, un dato che conferma la fidelizzazione degli utenti.

Le norme guida di Michele Ferrero sono la notizia più cliccata

Il mese da record per le visualizzazioni di pagina sul sito di Gazzetta è stato ottobre con 648.312 pagine viste, oltre 20mila al giorno. Domenica 24 novembre – con il rischio rosso per l’alluvione, una copertura 24 ore su 24 dei nostri giornalisti e ben 60mila pagine viste con il sito preso d’assalto dai cittadini preoccupati – è stata la giornata con il maggiore numero di accessi. Gli utenti che hanno fruito del sito di Gazzetta nel 2019 sono all’88 per cento di lingua madre italiana, il 9% accedono da Paesi di lingua anglosassone, il 2% da paesi di lingua francese. Tra le nazioni con più collegamenti al nostro sito l’Argentina e il Perù, con tanti emigrati piemontesi che rimangono in contatto con i luoghi d’origine grazie a Gazzetta. Tra gli articoli più letti a fare la parte del leone è la cronaca, ma non mancano quelli di attualità e costume. L’articolo più letto del 2019 e di sempre è “Le norme guida del personale che Michele Ferrero scrisse oltre 40 anni fa”, visto 130mila volte e rilanciato dai giornali di mezzo mondo. Al secondo posto “Appello dei Vigili del fuoco: di notte spegnete le luci dell’albero di Natale”, che ha collezionato ben 35mila visualizzazioni. Per trovare la prima notizia di cronaca bisogna scendere al terzo posto con la morte  di una ragazza, investita da un’auto sulla tangenziale di Bra: il fatto ha avuto 23mila visualizzazioni.

Si chiude, quindi, in modo estremamente positivo l’anno 2019, nonostante un’informazione sempre più frenetica e la nascita di nuovi concorrenti con redazioni specializzate in informazione sul Web. L’obiettivo del 2020 sarà di continuare la marcia iniziata nel 2011, senza mai rinunciare alla veridicità e alla verifica delle notizie con l’obiettivo di 7,3 milioni di visualizzazioni di pagina, ovvero 20mila in media per ogni giorno dell’anno. Un traguardo possibile grazie alla fiducia dei lettori che si affidano a Gazzetta e alla sua autorevolezza.

GLI ACCESSI SEMPRE PIÙ SONO FATTI DA CELLULARE

Come accedono i lettori al sito di Gazzetta? Sono sempre più i telefoni cellulari a farla da padrone nella consultazione delle notizie e il nostro sito non fa eccezione: gli utenti da mobile sono ben il 73 per cento, il 21 per cento da desktop e il 6 per cento da tablet. La fruizione da mobile è frenetica e così capita che oltre l’82 per cento delle sessioni totali vengano aperte dal telefonino. Questo tipo di lettura è, però, veloce e sbrigativo e ogni sessione dura in media appena 46 secondi. Tempo che si dilata oltre il minutoe mezzo per gli utenti che invece accedono dal computer oppure attraverso il tablet.

m.p.