Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Pallavolo, serie B2. Il 2019 si chiude col derby vinto dall’Alba volley

SERIE B2 FEMMINILE
L’ALBA VOLLEY 3
LIBELLULA VOLLEY BRA 0
Set: 25-21; 25-20; 25-14

ALBA Un risultato secco inappellabile, il 3 a 0 col quale Alba regola le Libellule di Bra nel derbissimo disputato il 21 dicembre, un match manifesto dello strepitoso inizio di stagione per la squadra di Salomoni, che smaltisce le scorie dell’ultima sconfitta casalinga con Caselle, e torna a irrorare il parquet di casa con i 3 punti di una vittoria certa dal secondo set.

«Ci aspettavamo un risultato diverso, forse se avessimo vinto il primo set quando siamo state avanti, la partita sarebbe andata diversamente. Non siamo però state capaci di chiuderlo: ci è mancato il cinismo, molte delle mie giocatrici sono cresciute qui la tensione c’era, inutile negarlo». La storia, di solito, la scrivono i vincitori, alla coach ospite Oriana Arduino, tocca il compito di difendere il suo sestetto proprio quando i clamori dell’arena non si sono ancora spenti e Alba si abbandona alla festa. «Abbiamo forzato la battuta cercando di rimanere nel set, a muro potevano fare di più per contenerle».

L’analisi tecnica si concentra su quel qualcosa che non ha funzionato e dire che la prima ripresa era parsa a portata per le Libellule dopo un momento di smarrimento iniziale. Il diagonale di Vigolungo porta le albesi sul 4-1, Olocco sorpresa in ricezione consegna il 6-2, il primo tempo di Conte è sintomo che il vento sta cambiando (10-8) e Martina dalla prima linea centra il 10 pari. Il mani-out di Bovolo segna una svolta nelle fortune locali (12-11), Martina ancora lei si scatena e chiude a muro il più 2, la marea ospite monta impetuosa fino al 13-17 di Olocco. Dalmaso si ingegna e tiene a galla Alba con un ace, Montà cerca di contenere la rimonta ma è inutile: Corti, Bovolo e Sciolla mettono in fila tre difese vincenti e il segnapunti recita 20-18. La fine delle ostilità è solo questione di tempo, Bovolo pesca il lungolinea, Martina annulla un set ball ma sono scaramucce di retroguardia che attardano solo il 25-21 del primo parziale.

Secondo gong, stesso copione: la sfida a distanza a suon di ace fra Corti e Rolando fissa il risultato sul 7-4, le due squadre vanno avanti a braccetto fra fughe abbozzate da Alba e rimonte a metà per le braidesi. Corti attacca lungo e va a segno (11-7), Olocco piega le braccia con un ace a Vigolungo (13-11), la fast di Montà apre uno spiraglio per le speranze di recupero che Rolando cerca di allargare con un lungolinea. Questo prima dell’accelerata di Corti propiziata dallo spirito battagliero di Dalmaso: il 23-20 è servito e Bovolo ricama il 25-20.

La sorte del match è decisa in questo momento, il terzo set è poco più che una formalità, Bovolo, non paga, preme il tasto “replay” e inanella tre attacchi a segno per il 7-2, confermando poi il momento di grazia ai danni di Rossana Cammardella (10-3). Rolando prova a reagire ma il distacco torna a salire per farsi abisso, Micheletti batte nella zona di conflitto, Montà piazza il colpo del 19-10 ma il duo da muro, Bovolo-Sciolla (una garanzia nella serata), Vigolungo si unisce al tiro al bersaglio con punti a ripetizione (23-14) e l’ace di Bovolo manda i titoli di coda.
«Questo è il nostro livello, siamo una squadra giovane, facciamo errori, alcune avversarie ci permettono di chiudere le partite altre no», commenta mister Alberto Salomoni che si lascia andare ad alcune puntualizzazioni. «Non posso pretendere di più dalla mia squadra, siamo arriviamo alla pausa di fine anno con 18 punti in classifica. Siamo stati disciplinati a muro e abbiamo mantenuto alto il ritmo per evitare i recuperi, quando calavamo ci portavano via 3 punti alla volta. Lavoriamo da 4 mesi continuo a essere esigente».
Davide Gallesio

La classifica del girone

Posizione  Squadra Punti Giocate Vinte Perse Set fatti Set subiti
1 OLYMPIA GENOVA 23 9 8 1 25 7
2 GARLASCO 20 9 7 2 23 10
3 L’ALBA VOLLEY 18 9 7 2 23 13
4 CASELLE 18 9 6 3 20 13
5 ROMAGNANO 17 10 6 4 22 18
6 PINEROLO 17 9 5 4 20 15
7 ASTI-CHIERI 15 9 6 3 19 15
8 LASALLIANO TORINO 14 9 4 5 18 17
9 CARCARE 11 10 4 6 13 22
10 SCHOOL GENOVA 10 9 2 7 15 21
11 LIBELLULA BRA 10 10 2 8 15 24
12 PIOSSASCO 4 9 2 7 7 25
13 CUNEO 3 9 1 8 5 25