Ai domiciliari due ladri che con la “truffa dell’oro” avevano derubato oltre 40 mila euro, in gioielli, a un’anziana

ASTI Avevano sottratto a un’anziana residente a Imperia valori per un ammontare complessivo di 40mila euro in gioielli e monili e 1.600 euro in contanti: i Carabinieri di Asti, a conclusione delle indagini del nucleo dell’Arma del capoluogo rivierasco, hanno notificato, a carico di due residenti in città, altrettanti provvedimenti di obbligo di dimora emessi dalla locale Procura, in relazione a un’accusa di furto aggravato.

Nel luglio 2019 avevano convinto la donna ad aprire loro la porta di casa, esibendo tesserini della Guardia di Finanza contraffatti ad arte. Un colpo che ricalca, nelle modalità, quella che in gergo viene definita “truffa dell’oro”: il pretesto per il furto, una verifica circa l’autenticità delle banconote possedute e dei preziosi. I militari di Imperia, in collaborazione con i colleghi astigiani li hanno individuati grazie ad alcuni fotogrammi dei circuiti di sorveglianza e al confronto con la vittima del furto. Nel corso delle perquisizioni i militari hanno rinvenuto, in uno dei covi usati dagli indagati, una pistola e un revolver detenuti da uno dei fermati che è stato deferito anche per detenzione illecita di armi e arrestato in flagranza di reato.

Davide Gallesio