All’Einaudi è in crescita solo l’Itis

ISTRUZIONE/2 Tra gli istituti tecnici, all’Einaudi di Alba si è registrata una diminuzione di sette unità, «un po’ per il calo demografico e un po’ per una questione di tendenze», come commenta la dirigente Valeria Cout. A oggi, sono pervenute all’istituto 164 nuove iscrizioni: 55 per l’indirizzo amministrazione, finanza e marketing (l’ex ragioneria), che l’anno scorso aveva chiuso con 68 ragazzi in prima; 30 per l’indirizzo costruzioni, ambiente e territorio (l’ex geometri), che rimane piuttosto stabile; 43 nuovi iscritti per l’indirizzo di informatica, anche in questo caso stabile.

L’unica crescita riguarda l’Itis, con 10 iscritti in più, dai 26 dello scorso anno ai 36 attuali. «La nostra scuola offre grandi opportunità, visto lo stretto legame con il territorio. Riguardo ai numeri, di solito durante l’estate assistiamo a nuove iscrizioni, spesso di chi proviene dal liceo», aggiunge Cout.

Bilancio in lieve calo anche all’Umberto I (Enologica), con 161 nuovi iscritti. Commenta la preside Antonella Germini: «Ci auguriamo di poter confermare il numero di classi di quest’anno». All’istituto enologico partirà il prossimo anno il nuovo corso serale di agraria, con indirizzo viticolo-enologico.

f.p.

SPECIALE SCUOLE