La posizione del Partito comunista: «Con i soldi per rifare la piazza si aggiustino le case popolari»

Piazza Michele Ferrero pochi giorni fa

Graziano Gullotta segretario provinciale Partito comunista

CUNEO Graziano Gullotta, segretario provinciale del Partito comunista spiega la posizione del partito riguardo il rifacimento di piazza Ferrero ad Alba. «Noi comunisti riteniamo assurdo che a fronte di una crisi economica e sociale che, seppur in maniera ristretta e ritardata rispetto ad altre zone d’Italia, si sta approfondendo nella nostra provincia e nella città di Alba, si dia priorità a questioni estetiche rispetto ai problemi concreti dei cittadini. Nel 2019 erano 220 ad Alba i nuclei in attesa di un alloggio popolare (duemila in tutta la provincia), mentre mille abitazioni erano sfitte e molti alloggi popolari erano inagibili per mancate ristrutturazioni. Siamo convinti che dare un tetto a quanti ne necessitano sia prioritario. Quindi chiediamo che i 300mila euro stanziati per la piazza vengano utilizzati per ristrutturare le case popolari inagibili, per la manutenzione di quelle già assegnate e per accelerare la risoluzione dell’emergenza abitativa nella città di Alba».