Piemonte, la Lega ritira la proposta di legge per l’aumento di stipendio a Presidente e Assessori regionali

La Giunta regionale in un'immagine di repertorio

La Lega ha ritirato in I Commissione la proposta di aumentare l’indennità degli assessori regionali “in vista di una riflessione successiva sul tema”.

La decisione dopo le polemiche sollevate dalla proposta di legge con la quale il Carroccio intendeva aumentare di mille euro gli stipendi del governatore Alberto Cirio e dei suoi assessori. Il provvedimento era stato motivato dalla volontà di “superare lo squilibrio tra le indennità dei consiglieri e quelle degli assessori”, a vantaggio dei primi, riconoscendo le maggiori responsabilità in capo all’esecutivo.

Alcuni elementi sono stati condivisi anche da qualche esponente delle minoranze, che hanno però chiesto di “ridiscutere nel suo complesso il riequilibrio delle indennità e la composizione degli uffici di comunicazione, evitando un aumento dei costi totali”.

La sollecitazione è stata fatta propria dai proponenti – il primo firmatario è il capogruppo della Lega Alberto Preioni – che rilanceranno il confronto con il resto del Consiglio.

Ansa