Si è presentato alla Polizia Alessandro Madaro: era disperso da tre giorni

TORINO Ha avuto un lieto-fine la vicenda di Alessandro Madaro, l’uomo di 45 anni, romano, del quale si erano perse le tracce dalla giornata di domenica 2 febbraio.

L’uomo, affetto da un lieve ritardo cognitivo, era stato accompagnato dal personale della comunità Il Cenacolo di Saluzzo, dove era stato ospitato, alla stazione ferroviaria del concentrico, il viaggio in treno avrebbe dovuto condurlo a Torino Porta Nuova ma i parenti lo avevano atteso invano.

Nella serata di oggi, mercoledì 5 febbraio, si è presentato al commissariato di Polizia di Torino Lingotto, agli agenti ha raccontato di essersi perso. 

«Voleva la sua indipendenza, per questo aveva deciso di intraprendere il percorso in comunità: dopo qualche tempo però ci aveva detto di non trovarsi a suo agio e di voler ritornare a casa» spiegano i famigliari raggiunti telefonicamente. «Con se aveva una valigia e il biglietto ma nostra zia, avvisata telefonicamente, in attesa a Torino, non lo ha trovato». Non si tratta di un episodio isolato hanno raccontato i famigliari poco prima della notizia della conclusione delle ricerche. «Già altre volte si era allontanato da casa, in questo caso potrebbe aver confuso le fermate, che a Torino sono più di una, ed essere sceso a quella sbagliata».

Davide Gallesio