Una nuova vita per via Vittorio

LAVORI PUBBLICI Lo hanno scritto nel triennale delle opere pubbliche cittadine, assegnando a quest’opera un budget (in tre anni) di 780mila euro. Il lavoro in questione è quello relativo alla riqualificazione del secondo tratto di via Vittorio Emanuele, quello che va dall’intersezione con via Rambaudi fino alla chiesa della Croce.

Commenta il sindaco Gianni Fogliato: «L’intervento che stiamo pianificando in questo lungo tratto di via, segue la logica e la modalità di quelli che abbiamo già realizzato nelle precedenti strade oggetto di riqualificazione. Certamente sarà nostra cura attuare una stretta interlocuzione con tutti gli attori coinvolti in questo progetto: dai singoli commercianti alla stessa Ascom, dai residenti in zona ai cittadini braidesi che quotidianamente vi transitano o vi si recano per acquisti o lavoro». Poi aggiunge: «Sarà nostra cura partecipare anche a tutti i bandi che possono procurarci delle risorse finanziarie, oltre a investire in questo intervento gli eventuali oneri di urbanizzazione che il Comune potrà incassare».

L’assessore ai lavori pubblici Luciano Messa, spiega: «Al momento abbiamo avviato un primo confronto con i gestori dei sottoservizi (acqua, fognatura e gas) per capire quali siano le loro esigenze di intervento, relativamente allo stato di conservazione delle tubature. Sappiamo già che nel tratto che collega la parrocchia di San Giovanni alla chiesa della Croce, la situazione per la rete fognaria sarà certamente più critica rispetto a quella del primo tratto della strada: a questo proposito sarà nostra cura pianificare con attenzione i tempi per le sostituzioni di tubature, così da creare il minor disagio possibile ai cittadini».

Come è già avvenuto nelle precedenti riqualificazioni, anche in questo caso verrà affidato a un professionista del settore l’incarico di effettuare i rilievi dell’intera zona, per poi elaborare un progetto complessivo che tenga conto delle specifiche che entrano in gioco in un’opera di riqualificazione di una via commerciale qual è appunto via Vittorio Emanuele.

Conclude l’assessore Messa: «Al momento siamo nella fase di assegnazione dell’incarico di rilevazione dell’esistente; poi il progettista dovrà redigere un elaborato che possa dare nuova vita alla via, soprattutto dal punto di vista commerciale».

La simulazione della nuova strada dovrà sicuramente prevedere l’organizzazione dei percorsi pedonali e viari, dei parcheggi e dei materiali da utilizzare. Ovviamente, come indica il triennale, l’opera dovrebbe essere completata entro il 2022.

Valter Manzone