Attenzione alle telefonate per la sospensione del pagamento delle bollette

Immagine d'archivio

ASTI Nei giorni scorsi sono pervenute alla Casa del consumatore di Asti alcune segnalazioni, da parte di cittadini, che comunicavano di aver ricevuto telefonate da sedicenti operatori del servizio elettrico nazionale, che richiedevano i dati delle utenze di luce e gas al fine di verificarne i consumi per attuare la sospensione dei pagamenti.

«Niente di più falso», spiega Stefano Santin della Casa del consumatore. «Si specula in maniera bieca su di un dramma nazionale per estorcere qualche contratto di fornitura di gas o energia elettrica. A oggi non è prevista alcuna sospensione dei pagamenti delle utenze. Le bollette di luce, gas ed acqua vanno pagate. Nessun servizio elettrico nazionale contatta per sapere dei consumi che già conoscono».

La sospensione dei pagamenti delle bollette delle utenze è prevista solo per i cittadini degli 11 Comuni della zona di Codogno e Vo’ che facevano parte della primissima zona rossa.

«Nel caso riceveste questo tipo di telefonate – conclude Santin – comunicatelo alla nostra associazione, magari anche registrando la telefonata e appuntandosi il recapito telefonico di chi vi ha contattato. Sono le prove che ci serviranno per presentare un esposto alle autorità competenti».