Coronavirus: il Piemonte sospende gli interventi chirurgici ordinari

AGGIORNAMENTO di giovedì 5 marzo ore 12.

Sospese le attività chirurgiche ordinarie

L’Unità di crisi sul Covid-19 ha diramato questa mattina una comunicazione a tutti i direttori delle aziende sanitarie del Piemonte, in cui si dispone la sospensione degli interventi chirurgici ordinari e degli interventi sanitari che implichino l’utilizzo delle sale operatorie, fatta eccezione per gli interventi chirurgici urgenti, quelli salvavita e quelli di tipo oncologico. La decisione è stata assunta allo scopo di mettere in atto ulteriori misure di contenimento della diffusione del virus.

Aggiornamento dei casi in Piemonte

Sono 97 i casi risultati positivi al coronavirus Covid-19 in Piemonte: 41 in provincia di Asti, 24 nell’Alessandrino, 16 in provincia di Torino, 5 nel Verbano Cusio Ossola, 3 in provincia di Novara e 5 nel Vercellese, più 3 casi extraregione. I numeri si riferiscono alla mattinata di giovedì 5 marzo.

53 persone sono tuttora ricoverate in ospedale. Di questi, 22 sono ospitati in reparti di malattie infettive (8 ad Asti, 4 a Novara, 5 all’Amedeo di Savoia di Torino, 3 ad Alessandria, 2 a Vercelli), 17  in terapia intensiva, 14 in altri reparti. Le persone in isolamento fiduciario domiciliare sono 44.

Situazione nei reparti di pronto soccorso

Sono pienamente operativi i pronto soccorso di Chivasso e di Biella. Resta chiuso quello di Novi Ligure, in attesa del trasferimento verso altri ospedali dei casi presenti risultati positivi al Covid-19. Chiuso anche il pronto soccorso di Tortona, dove sono in atto le operazioni di riconversione della struttura in Covid-hospital.