Museo nella cappella di San Giacomo: l’Università di Torino darà il supporto

CHERASCO  Sarà il dipartimento di scienze della terra dell’Università di Torino a fornire il supporto scientifico per creare il punto informativo del museo geologico che verrà allestito a Cherasco nella cappella di San Giacomo, grazie al progetto transfrontaliero Alcotra L’@vventura geologica. Dall’Unione europea erano arrivati 197mila euro per il recupero e il nuovo allestimento dell’edificio.

Il Comune ha adottato una convenzione con UniTo, dove quest’ultima s’impegna alla cura dei testi e delle vetrine dell’area espositiva, che ospiterà anche le raccolte del museo naturalistico dedicato a Giorgio Segre, verificando i testi esplicativi già esistenti che saranno proposti anche sotto forma di contenuti multimediali. Per l’impegno offerto verrà assegnato un contributo di 2.500 euro.

Un’altra collaborazione che va ad aggiungersi all’accordo stipulato lo scorso anno con l’Unione del Fossanese, capofila del progetto, il Comune di Frabosa Soprana e la fondazione Federico Sacco, finalizzato alla creazione di un cofanetto didattico. Il progetto prevede anche la sistemazione della sentieristica dei rii di Cherasco, un’area di particolare pregio naturalistico: il filo conduttore saranno la figura del geologo fossanese Federico Sacco e il suo contributo fornito alla paleontologia piemontese, che ha avuto importanti scambi con quella delle Alpi dell’alta Provenza in Francia.

c.l