Sotterravano rifiuti con un escavatore in un terreno affittato a Pralormo

PRALORMO I Carabinieri della stazione di Poirino li hanno sorpresi mentre erano intenti a scaricare da un tir rifiuti da lavorazioni industriali per interrarli, in un campo, con l’impiego di macchine movimento terra appositamente trasportate nel fondo.

Immediata la denuncia per il titolare di una ditta con sede nella Granda e tre persone colte in flagranza di reato nell’atto di smaltire in maniera sbrigativa i rifiuti prodotti dalle lavorazioni.

I quattro fra i quali il titolare della ditta (tre italiani e un uomo di origini egiziane) sono stati deferiti per deposito incontrollato di rifiuti. Il terreno, una superficie di circa un ettaro, era stato affittato dai denunciati che, servendosi di un escavatore avevano realizzato una profonda trincea nella quale sono stati reperiti, dal nucleo Nbcr (batteriologico-chimico) del Vigili del fuoco di Torino e dai Carabinieri del nucleo operativo ecologico, residui plastici e metallici; è stata esclusa la presenza di materiale radioattivo.

I rifiuti, sversati da un camion venivano immediatamente interrati con l’ausilio di una seconda macchina operatrice, sequestrata assieme al tir e all’escavatore. Ancora da determinare la quantità di rifiuti occultati nell’appezzamento, a determinare l’intervento dei militari la segnalazione di un privato cittadino.

Davide Gallesio