Bra: le celebrazioni della Messa da stasera a domani, in streaming e in Tv

BRA «Lo dico in coscienza a tutte le istituzioni, è arrivato il tempo di riprendere le celebrazioni dell’Eucarestia domenicale e dei funerali in chiesa, dei battesimi e di altri sacramenti naturalmente seguendo quelle misure necessarie a garantire la sicurezza di più persone nei luoghi pubblici», così inizia la lettera del cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugua e presidente della Conferenza episcopale italiana scritta l’altro ieri al quotidiano Avvenire.

In attesa di vedere come ripristinare le celebrazioni, anche questo week-end i fedeli potranno seguire le celebrazioni in streaming della chiesa che è in Bra, nonché le celebrazioni trasmesse da Tv locali e nazionali. Ancora una volta non possiamo che ripetere le attuali parole dei martiri di Abitene, del III secolo d.C.: «Senza la domenica non possiamo vivere». Non è uno slogan a effetto né l’esclamazione di chi, dopo una settimana di duro lavoro, può finalmente riposarsi. È, al contrario, la testimonianza di fedeltà alla domenica dei 49 martiri di Abitène – una località nell’attuale Tunisia – che nel 304 hanno preferito, contravvenendo ai divieti dell’imperatore Diocleziano, andare incontro alla morte, piuttosto che rinunciare a celebrare il giorno del Signore. Erano consapevoli che la loro identità e la loro stessa vita cristiana si basava sul ritrovarsi in assemblea per celebrare l’Eucaristia nel giorno memoriale della Risurrezione.

Come seguire le celebrazioni in streaming

Trattandosi di celebrazioni con un alta percentuale di distrazione riportiamo anche i consigli che arrivano dalla comunità Gam del Todocco per seguire queste celebrazioni: scegli un luogo tranquillo per vivere questo momento speciale; silenzia le notifiche del cellulare e altri dispositivi; mantieni una postura degna e mettiti alla presenza di Dio; vivi l’eucarestia in silenzio, con devozione rispondi alle acclamazioni; prega per i malati, i sanitari e la fine della pandemia; con fede e speranza fai la comunione spirituale. Poi recita la preghiera della comunione spiturale: «Gesù mio, io credo che sei realmente presente nel Santissimo sacramento. Ti amo sopra ogni cosa e ti desidero nell’anima mia. Poichè ora non posso riceverti sacramentalmente, vieni almeno spiritualmente nel mio cuore. Come già venuto io ti abbraccio e mi unisco tutto a te, non permettere che abbia mai a separarmi da te».

Lino Ferrero