Chiara, Elisa e Giulia pronte a realizzare mascherine, tute e camici a scopo protettivo

Sono molte le aziende del mondo del tessile e della moda che in periodo di emergenza hanno deciso di convertire la produzione in Dispositivi di protezione ad uso di ospedali, associazioni e istituzioni. Lo hanno fatto nel “grande” la Miroglio Textile a Govone e il re della moda Giorgio Armani che ha riconvertito tutte le sue aziende nella produzione di mascherine e camici.

Così anche la “Free studio srl”, una società con sede ad Asti che si occupa di Design tessile, dalla consulenza all’etichettatura.

Al timone tre esperte di tessile e moda, nonostante la giovane età: Chiara Guzzon dalla provincia di Asti, l’albese Elisa Marchì e la torinese Giulia De Salvia.

Si raccontano così: «Lavoriamo immerse nei colori e a contatto con la gente, ed oggi più che mai abbiamo bisogno di ritrovare e ridare colore a ciò che ci circonda. Siamo tre socie, provenienti da tre province diverse. Un anno e mezzo fa abbiamo deciso di aprire il nostro ufficio ad Asti. Abbiamo percorsi di vita differenti, ma ci accumunano la voglia di fare, la passione e la grande energia che usiamo ogni giorno per il nostro lavoro. Il settore della moda e dell’abbigliamento in questo momento sono quasi fermi, come molti altri settori, ma abbiamo deciso di non restare con le mani in mano ad aspettare che qualcosa migliori, vogliamo, nel nostro piccolo e con le risorse che possediamo dare un contributo, un aiuto concreto».

Da questa spinta è nata l’idea di iniziare a produrre, con i laboratori di confezione con cui collaborano abitualmente, mascherine, tute e camici di protezione, difficili da reperire.

«I Prodotti che possiamo fornire sono realizzati in Tnt “medical grade” monouso, comodi da indossare, con elevate proprietà di barriera biologica e una buona traspirabilità. Tutti i prodotti sono certificati Oeko_Tex  e rispettano le normative vigenti. Teniamo a sottolineare che le mascherine sono utili solo a scopo protettivo», spiegano Chiara, Elisa e Giulia che aggiungono: «Siamo pronte a supportare la nostra meravigliosa Regione e ci mettiamo a disposizione per inviare a chi ne facesse richiesta il materiale quanto prima, consegnando personalmente nelle nostre tre province di residenza, in quanto provviste della certificazione adeguata. Oggi più che mai c’è bisogno di tutti per uscire da questo triste periodo».

I prezzi sono tra i più bassi del mercato: «Vogliamo precisare che per questioni logistiche e per poter garantire un prezzo inferiore i prodotti saranno disponibili a partire da un ordine minimo di 100 pezzi».

Chi volesse informazioni o fosse interessato a contattare la società può scrivere alla mail: freestudiodesign@gmail.com

Marcello Pasquero