Farigliano: la maggior parte dei contagi è alla casa di riposo

FARIGLIANO Se si esclude il caso riguardante un cittadino già guarito, tutti i contagiati da Covid-19 a Farigliano sono legati alla Rsa presente in paese, che è di proprietà comunale. Afferma il sindaco Ivano Airaldi: «Nonostante l’attuazione delle norme di distanziamento sociale e il divieto di visite esterne, un nostro ospite è rientrato da un breve ricovero ospedaliero: penso che l’origine del contagio derivi da questa situazione. Dopo molte sollecitazioni siamo riusciti a fare in modo che fosse effettuato il tampone su tutti i lavoratori della nostra Rsa». Tra personale medico e paramedico, addetti alla segreteria, all’assistenza, alla cucina e alle pulizie, lavorano nella casa di riposo fariglianese 35 persone: sei di queste sono risultate positive, anche se asintomatiche. Sugli ospiti della struttura i test sono stati effettuati soltanto in una fase successiva: su 36  persone, 17  sono risultate positive e 11 di queste erano asintomatiche. Due pazienti infettati sono deceduti in seguito all’aggravarsi del quadro clinico pregresso, mentre i pazienti che presentano sintomi si trovano in buone condizioni di salute.