Il Cai: faremo il possibile per aprire i rifugi alpini in estate

MONTAGNA «Pur essendo vero che possono esserci difficoltà a riaprire i rifugi, soprattutto quelli di alta quota, deve essere chiaro che il Club alpino italiano si è attivato e sta lavorando per scongiurare questa ipotesi». Lo ha detto Antonio Montani, vicepresidente del Cai e responsabile dei rifugi, commentando  un articolo pubblicato da  La Repubblica dal titolo: “L’estate in montagna senza rifugi”. Prosegue Montani: «Faremo di tutto, sia intervenendo nelle sedi istituzionali per spiegare la differenza che c’è tra rifugio e albergo, sia mettendo a disposizione delle nostre sezioni e dei rifugisti tutte la risorse disponibili per poter contribuire alla riapertura delle strutture». Le modalità della riapertura dei rifugi dipenderanno anche dalle future disposizioni normative sulla Fase 2 dell’attuale emergenza sanitaria. Il Cai annuncia che  farà la propria parte sostenendo sezioni e rifugi per affrontare questa difficile situazione e arrivare alla riapertura il prima possibile.