Prima tentano di forzare l’entrata del discount poi fuggono dai domiciliari: arrestati due volte in poche ore

CASTAGNOLE LANZE Due uomini domiciliati a Castagnole Lanze, nati nel 1989 e nel 2001 in Romania, regolari in Italia ma disoccupati, sono stati inseguiti e catturati dai Carabinieri per due volte nel giro di poche ore. La prima nella serata dell’8 aprile dopo che, verso le 23, il loro tentativo di forzare un portone secondario del discount Ekom di via Abbate a Castagnole delle Lanze faceva scattare l’allarme con conseguente rapido intervento della pattuglia dei militari. Dopo essere stati condotti in caserma venivano posti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si sarebbe dovuta tenere in via telematica.

Poco dopo, nella mattinata di giovedì 9 i Carabinieri si recavano nel domicilio dei due uomini per notificare la data dell’udienza ma li trovavano. I due venivano presto intercettati alle 10 alla fermata dell’autobus in piazza Lucchini e, sebbene datisi nuovamente alla fuga, venivano raggiunti e arrestati per evasione. Questa volta venivano tradotti nel carcere di Asti.

Tra l’altro il più giovane dei due era stato sanzionato il 2 aprile per violazione delle prescrizioni anti Covid-19, in quanto trovato all’ora di pranzo nella piazza centrale di Castagnole  senza un valido motivo.