Dai Lions italiani quasi 5 milioni di euro per battere il coronavirus

SOLIDARIETÀ Superano i quattro milioni e ottocentomila euro le apparecchiature sanitarie, i dispositivi di protezione, le derrate alimentari consegnati dai Lions italiani a ospedali, Asl, comuni e cittadinanza dall’inizio dell’emergenza coronavirus ad oggi.

L’operatività dei Lions tra Piemonte e Liguria è stata importante e indirizzata in primis verso la dotazione di apparecchiature medicali agli ospedali del territorio: oltre il 65% degli 850mila euro impegnati dai Lions sono andati in questa direzione.

Numerosi gli ospedali coinvolti. Basti pensare ai 23mila euro destinati a quelli di Chivasso, Ciriè, Ivrea e Novara o ai 22.700 euro destinati al centro ortopedico di Omegna per la terapia intensiva. Numerosi i nosocomi ai quali i Lions hanno dato supporto, questi vanno da Alessandria, Asti ad Albenga, Acqui Terme e poi Alba-Bra, Bordighera, Carmagnola, Cuneo, Genova, Imperia, Loano, Mondovì, Sanremo, Savigliano, Savona.

Il Lions clubs international, la più grande organizzazione internazionale di club di servizio – nata nel 1917 – ha oltre un milione e 400 mila soci distribuiti in 46mila club in tutto il mondo. In Italia è presente con oltre 1.300 club e 40mila soci.