Fattoria usata come discarica di mezzi da rottamare: la finanza sequestra 500 tonnellate di rifiuti

SALUZZO Due persone intente a caricare mezzi agricoli su un autoarticolato con targa straniera hanno attirato l’attenzione degli uomini della Guardia di finanza che hanno controllato la documentazione contabile e di trasporto per poi approfondire i fatti. Il terreno e l’immobile in cui si svolgeva l’operazione di carico erano utilizzati come deposito per mezzi agricoli, alcuni dismessi e da rottamare, altri da riparare causando la presenza di oli esausti e altri materiali impropriamente immagazzinati. Inoltre, risultavano presenti pneumatici, elettrodomestici, materiale ferroso e altri rifiuti di vario genere (speciali e non), abbandonati in modo incontrollato e fonte di inquinamento ambientale, vista la presenza nelle vicinanze di canali di scolo delle acque.

Alla luce di quanto scoperto, i militari della Tenenza di Saluzzo hanno proceduto al sequestro dei 3mila metri quadrati del terreno e dell’immobile: in tutto i finanzieri hanno posto i sigilli anche a 64 mezzi agricoli e circa 500 tonnellate di rifiuti di vario genere per un valore complessivo di a circa 500mila euro. Due persone sono state denunciate per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e per l’assenza delle autorizzazioni ambientali. Terminate le indagini l’area sequestrata verrà sottoposta a bonifica e, nei confronti dei soggetti denunciati, si procederà alla tassazione dei proventi illeciti scaturiti dall’attività esercitata in maniera abusiva.