Intervista. Carini: «Si vince e si perde insieme Così aiutiamo il territorio»

L’INTERVISTA Pier Paolo Carini segue dagli anni ’90 la vorticosa crescita dell’azienda di famiglia, Egea. In questi mesi di difficoltà pandemica, di concerto coi Comuni, la multiutility ha spinto sul suo radicamento territoriale, finanziando importanti progetti.

Ingegner Carini, nonostante il momento difficile, Egea non si è tirata indietro. Come avete operato?

«Si vince e si perde insieme. Da qui la decisione d’intervenire a fianco dei Comuni, garantendo finanziamenti per coprire le spese straordinarie che la collettività si trova ad affrontare. Abbiamo consapevolezza del nostro ruolo: siamo intermediari tra impresa, commercio e famiglie. Crediamo sia nostro compito promuovere la crescita di un sistema interconnesso. Non è il momento di agire solitari, occorre fare insieme e fare presto».

Pierpaolo Carini durante una festa scolastica nel parco del Tanaro

Come può trasformarsi il nostro territorio?

«A ogni crisi segue una ridefinizione del concetto di lavoro. Credo che nell’Italia dei piccoli Comuni, spesso sbeffeggiata, risieda un potenziale maggiore rispetto al modello delle città. Il Covid-19 ha picchiato duro nelle metropoli: si rendono necessari aggiustamenti nel nostro stile di vita. Dimensioni più contenute favoriscono il rifiorire di un clima di fiducia. In questo senso, sono convinto che Alba rappresenti un modello esportabile in tutta Italia».

Egea, nonostante la congiuntura, non rinuncia ad espandersi: Piemonte, Liguria, Lombardia ma anche Sicilia. Con quali criteri?

«Sono quattro i valori che descrivono l’azienda: territorialità, rintracciabilità, lealtà e convenienza. Siamo una società mista e la crescita è legata a un progetto di economia sociale che interessa il nostro vasto azionariato, a cui partecipano soci pubblici e privati. Siamo glocal per scelta: operiamo in provincia ma questo non significa rinunciare alla competenza internazionale».

La distanza può essere abbattuta dalle tecnologie?

«Ce l’ha insegnato questo periodo. Lo sportello con videochiamata per aiutare i clienti impossibilitati a uscire è stato apprezzato, soprattutto dagli anziani. Prosegue poi la sfida ambientale. L’obiettivo carbon free per la Granda non è utopia e sono allo studio soluzioni con Politecnico di Torino e Bocconi di Milano. La tutela ambientale resta necessità primaria per Egea».

Alessio Degiorgis

Rossetto: la crescita  Egea si è rafforzata

IL PUNTO Con oltre 300mila euro stanziati da inizio emergenza Covid-19, il gruppo Egea non fa mancare il supporto al territorio. 80mila euro sono andati per il sostegno scolastico, in continuità con il passato; 50mila sono stati messi a disposizione dell’Asl Cn2 per Alba e 30mila per il Roero con l’obiettivo di fornire aiuto ai nuclei segnati dall’emergenza.

Inoltre, è stato siglato un accordo con il Comune per lo stanziamento di 100mila euro su Alba: la somma sarà utilizzata, con il consorzio socioassistenziale, a favore della famiglie meno abbienti. Per Bra sono stati previsti 30mila euro che l’Amministrazione ha destinato ai progetti di Estate ragazzi. «Intendiamo estendere i progetti con finalità assistenziali», precisa Carini, facendo riferimento a Fossano e Cherasco. E anche le piccole realtà artigianali, provate dal lockdown, beneficeranno di un sostegno di 30mila euro, gestito da Confartigianato.

Gli aiuti si pongono in continuità con il progetto Luci tricolori: Egea ha illuminato luoghi simbolo di 40 Comuni. «Un messaggio di fiducia, speranza e bellezza, al quale era doveroso far seguire iniziative per favorire la ripresa», dice Carini.

Alle sue parole fanno eco quelle del presidente del consiglio di sorveglianza, Giuseppe Rossetto: «Le vicende degli ultimi mesi hanno rafforzato l’idea che si fa poco da soli: serve una comunità forte e unita. Egea è un punto di riferimento con la sua concretezza». E, in attesa dell’assemblea dei soci di luglio, anticipa: «I dati del primo trimestre 2020 promuovono le strategie adottate, segnando una crescita rispetto allo stesso periodo del 2019».

a.d.