Roero, il festival è nell’anfiteatro di Santa Vittoria

Il sax Giuseppe Di Filippo

SANTA VITTORIA e GUARENE Il Roero music fest è tra le prime rassegne a confermare il proprio calendario di eventi che coprirà l’intera stagione estiva fino al 12 settembre. La settima edizione presenta in cartellone sei concerti che vengono orgogliosamente annunciati dal direttore artistico e chitarrista Filippo Cosentino: «La manifestazione conferma il suo punto di forza, ossia la grande capacità di fare programmazione. I tanti attori coinvolti, dalle istituzioni comunali alle associazioni del territorio, dalle strutture ricettive agli artisti, hanno dimostrato la buona volontà e l’ottimismo necessari per allestire un festival che non rinuncia alla qualità e si adatta alle condizioni imposte dalla prevenzione sanitaria».

Cinzano, Santa Vittoria e Guarene sono i luoghi che ospiteranno le serate musicali all’aperto, anche quest’anno proposte gratuitamente. L’organizzazione ha predisposto le planimetrie delle diverse aree concerto in accordo con le misure di sicurezza richieste. Per questa ragione, viene richiesto di prenotare il proprio posto scrivendo una e-mail all’indirizzo milleunanota.alba@libero.it.

L’assenza obbligata di artisti esteri è ampiamente compensata dalla partecipazione di italiani di fama mondiale e da un programma che, come spiega Cosentino, si presenta variegato e ricco di curiosi accostamenti: «L’idea artistica di fondo è quella di mettere in relazione la tradizione musicale popolare con influenze e percorsi più contemporanei. Abbiamo aperto, sabato 27, con un grande musicista, Peo Alfonsi. Il viaggio proseguirà poi verso gli States a spasso nella tradizione jazz e alla scoperta della musica di New Orleans. E poi ancora, rivisiteremo la musica barocca e la tradizione del flamenco».

Sabato 4 luglio a Santa Vittoria, nell’anfiteatro della confraternita di San Francesco, verrà presentato il nuovo disco, Making monsters, del sassofonista Giuseppe Di Filippo, accompagnato da Daniele Bertone alla batteria.

Il festival prosegue e si conclude con quattro date, tutte ospitate al belvedere di Guarene, a pochi passi dalla chiesa dell’Annunziata. Il 19 luglio: Dalla musica barocca al flamenco, con il trio Cosentino-Chirio-Arese; 2 agosto: Dal Dixieland a New Orleans, a cura di Braxophone; 23 agosto: Un sassofono per due, duetto di sax Di Filippo-Actis Dato; 12 settembre: Materiali sonori per la chitarra, con Guitar notes.

Alessio Degiorgis