Alba, richiesto Consiglio comunale aperto: la liquidazione della Stamperia Govone gruppo Miroglio Textile, situazione gravosa per i 151 dipendenti

«Egregio Presidente del Consiglio
Egregio Sindaco

È notizia di martedi che Miroglio Textile di Alba ha messo in liquidazione la storica stamperia di Govone.

Non ci addentriamo in questioni aziendali che hanno causato questa drammatica decisione anche perché, al momento, sappiamo ben poco e non è una nostra competenza.

Il dato, però, che emerge, ed è estremamente preoccupante, è la situazione in cui si trovano, ora, i 151 dipendenti della stamperia.
Lo scenario che hanno di fronte, da ciò che leggiamo, è allarmante: ricollocamento interno pressoché impossibile, incertezza sull’anticipo della cassa integrazione e pochi prepensionamenti.

Di fronte a tutto ciò, la Città non può e non deve abbandonare queste 151 persone con le rispettive famiglie.

Dobbiamo agire tutti insieme affinché si possa garantire un futuro dignitoso a tutti coloro che hanno perso il lavoro. Dobbiamo smuovere le coscienze, parlare con gli istituti di credito del territorio, coinvolgere le imprese della zona per nuove assunzioni e dialogare con le istituzioni sovraordinate alla nostra.

Pertanto chiediamo un consiglio comunale aperto, da tenersi nel più breve tempo possibile, affinché il consiglio tutto esprima la massima solidarietà per la situazione creatasi, si parli di occupazione e si collabori con la giunta affinché adotti azioni mirate ad incentivare il ricollocamento dei lavoratori.

Il lavoro è alla base di tutto, non lasciamo indietro nessuno».

Alberto Gatto Capo gruppo Partito Democratico
Fabio Tripaldi Capo gruppo Alba Città per Vivere
Annachiara Cavallotto Capo gruppo Alba Attiva e Solidale
Olindo Cervella Capo gruppo Impegno per Alba