Cantiere da 400mila euro per sistemare la frana verso la Liguria

SALICETO La Provincia di Cuneo ha approvato un investimento di 400mila euro per la sistemazione della frana sulla strada provinciale 439 a Saliceto, causata dal maltempo nel 2019, che ha aggravato i cedimenti già presenti nel tratto verso il confine con la Liguria. In quel punto, il fiume Bormida ha eroso la base del pendio causando un movimento franoso secondario sulla strada. L’ufficio tecnico della Provincia ha svolto una perizia di verifica della stabilità del corpo stradale attraverso la realizzazione di due perforazioni. Durante il sopralluogo degli amministratori locali e dei funzionari della Provincia e della Regione si è deciso di realizzare una berlinese (applicazione di micropali, ndr) con un cordolo in cemento armato e la barriera stradale. Arrivato il via libera dal Ministero per la spesa, è in fase di ultimazione il progetto definitivo. Per il momento sulla strada si procede a senso unico alternato, con limitazioni di carico e dimensioni.

In zona opera un’importante azienda metalmeccanica, la Simic di Camerana, che produce ed esporta manufatti di grandi dimensioni con evidenti problemi di trasporto dei carichi eccezionali. Spiega il consigliere provinciale, Annamaria Molinari: «Con il collega Pietro Danna abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra, riuscendo a trovare le risorse assicurate da fondi ministeriali per risolvere il grave problema di viabilità in Valle Bormida dove, oltre alle necessità dei residenti, operano aziende strategiche per la nostra economia».

Fabio Gallina