Fortaleza e Betlemme: Bra si muove per nuovi gemellaggi

Il delegato per i rapporti con le città gemellate, Lino Ferrero

BRA Continua il percorso in comune tra Bra, le altre sorelle della Granda (Alba, Savigliano, Cuneo, Saluzzo, Fossano) e la Provincia di Cuneo verso l’accordo di amicizia e cooperazione con la città brasiliana di Fortaleza, su un’iniziativa nata dal Console onorario Vittorio Ghia. Dopo la formalizzazione degli accordi sta andando avanti il lavoro sulle iniziative da proporre con la città brasiliana a settembre, molto probabilmente in modo virtuale visto che in Sudamerica la pandemia è ancora forte e drammatica.

Si punta a portare in Brasile l’eccellenza del nostro territorio con propose attrattive per turisti e imprese produttive con uno sguardo anche ai possibili sviluppi culturali e di scambio scolastico.

Per Bra le novità non finiscono qui. Da qualche mese il delegato per i rapporti con le città gemellate, Lino Ferrero, si sta muovendo per realizzare il gemellaggio con la città di Betlemme e ci sono stati i primi abboccamenti tramite il Volontariato internazionale per lo sviluppo. Tutto ciò è nato dopo una serata organizzata il 29 novembre 2019 dal Vis a Bra sul progetto di viticoltura Cremisan. L’idea è stata subito condivisa dal sindaco Gianni Fogliato, dalla consigliera delegata alla Scuola di pace Marina Isu e dal delegato ai gemellaggi.

Questo patto d’amicizia vorrebbe essere non solo un rapporto istituzionale tra i due Comuni ma si pone l’obiettivo di realizzare o supportare dei progetti sia con Vis, sia per gli studenti.

C’è aspettativa reciproca e c’è l’ipotesi di potersi incontrare tra la fine dell’anno e l’inizio del prossimo o, in alternativa arrivare alla firma del trattato di gemellaggio in videoconferenza entro la fine del 2020.

l.f.