Il 14° Rally di Alba al via: oggi la presentazione in Regione e a Cherasco

ALBA Sono in programma oggi (giovedì 30 luglio) due conferenze di presentazione del 14° Rally di Alba, in tarda mattina (ore 12) a Torino alla sede della Regione Piemonte e alle 17.30 in Comune a Cherasco.

La gara organizzata da Cinzano rally team apre la contesa del Campionato italiano Wrc con il massimo possibile degli argomenti tecnico-sportivi, il primo dei quali è la presenza del campione del Mondo, l’estone Ott Tnak, insieme ad una lunga lista di nomi italiani e stranieri che daranno vita a un week-end di grande sport. Gli iscritti sono 162; dodici nazioni, oltre all’Italia, rappresentate; la squadra ufficiale Hyundai motorsport a ranghi completi e ben sei vetture World rally car plus, le regine del mondiale, la massima espressione tecnologica per le corse su strada.

La corsa è in programma l’1 e il 2 agosto e seguirà le norme in vigore in Italia e i protocolli sanitari. L’ingresso nelle aree nevralgiche della competizione sarà riservato agli addetti ai lavori che saranno sottoposti a triage prima dell’ingresso. Ad Alba il pubblico non sarà ammesso in piazza Sarti e piazza Medford, dove hanno sede la direzione gara e il parco assistenza, e in piazza Cagnasso, sede del riordino e del palco di arrivo. La partenza di sabato sera avverrà, ed è una novità per la gara albese, dal centro di Cherasco e nell’area delimitata per la manifestazione sarà obbligatorio l’uso della mascherina anche all’aperto.

Lungo le prove speciali non sono previste zone specifiche per il pubblico, per ovviare a questo sono previste dirette streaming dei tre giri sulla prova speciale Niella-Bossolasco.

IL PERCORSO

Lo shakedown, prova delle auto da gara, si svolgerà sabato dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17 a Cherasco, lungo la strada che collega la zona industriale di Meane con la frazione San Bartolomeo e ha una lunghezza di 2,750 Km.

La prova speciale Igliano di 17,14 km è la classica prova nell’alta Langa che è stata utilizzata a partire dal 2016. La Lovera di 10,96 km somma vecchio e nuovo comprendendo un tratto storico per il Rally di Alba, tra Murazzano e Bonvicino introducendo, nella parte finale, l’unico tratto inedito. Infine, la speciale Niella-Bossolasco (6,2 km), per un rallista ha un solo significato: tornanti in discesa e poi altri tornanti in salita.