Sette milioni di lavori per rilanciare la città

OPERE PUBBLICHE Il Comune informa:

Dalle ore 10.00 di oggi, giovedì 9 luglio, fino a fine lavori, senso unico alternato in via Santa Margherita, nel tratto compreso tra via Carlo Cencio e via Pinot Gallizio, ad Alba.

La modifica alla viabilità nella via è necessaria per l’asfaltatura della strada, secondo il “piano strade” comunale che prevede il rifacimento del manto stradale in diverse zone della città. Tra queste, piazza Garibaldi, intorno alla rotatoria Porta Tanaro (Pontina) ed in corso Torino, dove i lavori sono in corso.

Da oggi, fino a fine lavori,  è chiusa parzialmente la rotatoria di corso Torino, per il traffico veicolare proveniente da corso Piera Cillario, in direzione Asti-Torino. La chiusura è regolata da movieri. Intorno alla rotatoria, in corso Torino ed in piazza Garibaldi, intorno alla rotatoria Porta Tanaro (Pontina) sono in corso i lavori per il rifacimento del manto stradale con scarifica e risanamento della pavimentazione.

Per i lavori di rifacimento del manto stradale con scarifica e risanamento della pavimentazione della rotatoria di corso Torino ad Alba, dalle ore 14.00 di oggi, giovedì 9 luglio, e fino a fine settimana cambia il percorso delle linee urbane 1,4,7 dirette verso frazione Mussotto. In particolare, le linee con partenza dal capolinea provvisorio presso l’Autostazione, raggiungeranno Mussotto transitando da corso Piera Cillario e via Ognissanti, per immettersi sulla tangenziale SP 3 Bis e raggiungere così la rotatoria di corso Bra, all’altezza della chiesa di Mussotto. Da qui riprenderanno il percorso ordinario, secondo le rispettive destinazioni. Da lunedì 13 luglio gli autobus urbani riprenderanno il normale tragitto secondo i consueti percorsi e con capolinea in Piazza Garibaldi. Ulteriori dettagli sulle modifiche ai percorsi sono disponibili sul sito www.grandabus.it e alla pagina “Trasporti urbani” del sito Web del Comune www.comune.alba.cn.it

L’emergenza coronavirus ha imposto uno stop di alcuni mesi ai cantieri, che ora possono ripartire. Sono quasi 7 milioni di lavori pubblici, 5 dei quali già finanziati, in parte dalla precedente Amministrazione e in parte dall’attuale. Con il sindaco Carlo Bo e l’assessore ai lavori pubblici Massimo Reggio abbiamo cercato di fare chiarezza.

«Saranno interventi importanti, molto attesi, anche in chiave di rilancio del lavoro in seguito alla fase più acuta dell’emergenza Covid-19», commenta Bo. I cantieri già aperti e in fase di ultimazione, deliberati a cavallo delle due consiliature, ammontano a 1,3 milioni di euro. L’intervento di maggiore rilievo è l’ampliamento dei cimiteri di Piana Biglini e frazione Mussotto per 345mila euro entro il 2020.
«Sono stati stanziati 244 mila euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche in numerose vie e piazze. Tra le varie opere previste, la rampa a servizio del piano seminterrato del palazzetto delle mostre e dei congressi. L’abbattimento delle barriere riguarderà anche il centro, San Cassiano, Mussotto, i quartieri Piave e Moretta, gran parte dell’area urbana sarà coinvolta, vogliamo che Alba sia accessibile».

D’importo simile, 238mila euro, in parte finanziati da fondi ministeriali, l’installazione di sei varchi agli accessi cittadini, per monitorare i flussi di traffico in entrata e uscita, ma anche fornire dati utili su eventuali veicoli sospetti e sulla quantità di Pm10 nell’aria. Questo intervento, realizzato dalla Rps, è quasi ultimato e diventerà operativo entro l’estate.

Alle battute finali è anche la riqualificazione del centro collaudi, costata 165mila euro. Sarà completato entro settembre l’emiciclo della scuola Sacco, costato 110mila euro. In corso anche la realizzazione dei marciapiedi a Piana Biglini per centomila euro di spesa. E, poi, l’illuminazione del ponte Albertino (27mila euro), il semaforo antiallagamento di corso Cillario (25mila), la manutenzione del teatro Sociale (70mila) e delle scuole materne di via Rorine e Collodi. «In corso anche la realizzazione del nuovo eliporto per il 118 al Mogliasso: costo, 35mila euro», conclude Reggio.

Subito 800mila euro per il tetto del complesso della Maddalena

È stato rinviato al 2021 il rifacimento di piazza Ferrero, ma rimangono oltre quattro milioni di euro di opere finanziate che dovranno iniziare nel 2020. L’intervento più costoso sarà la pista ciclabile che collegherà Alba a Grinzane Cavour, passando per Roddi, arrivata alla fase del progetto esecutivo e quindi al via per un milione di euro: il contributo della Regione sarà di 608mila euro, la quota albese ammonta a 319mila euro, quella di Grinzane a 82mila; cinquemila euro è l’esborso per Roddi.

Si pensa poi ai campi da calcio Saglietti e di via dell’Acquedotto, rifatti in sintetico per 735mila euro. Potrebbe essere rivista la spesa di 365mila euro per la copertura della galleria della Maddalena, annunciata da Marello nel 2018 e finora rimasta al palo.

Dai rilievi è emerso che per realizzare il Museo del tartufo è necessario rifare il tetto della manica che affaccia su via Maestra, per 800mila euro. L’intervento è prioritario e potrebbe far slittare la copertura della galleria al 2021. Per la manutenzione degli edifici scolastici, in vista della ripresa delle lezioni, sono stati stanziati 220mila euro. Per la sede Inail sono stati previsti 186mila euro. L’istituto ha chiesto di averli a gennaio: l’ex palazzo di giustizia, dopo l’arrivo dell’Inps, continua a popolarsi, nella speranza, mai perduta, di tornare a ospitare il Tribunale.

330mila euro per il comando dei Vigili urbani

La ristrutturazione del piano terreno del palazzo comunale per ospitare il comando della Polizia municipale costerà 330mila euro: 130mila da fondi del Comune, ai quali sono da aggiungere altri duecentomila euro finanziati con gli introiti degli oneri di urbanizzazione.

«Entro luglio sarà ultimato anche lo scolmatore di via De Gasperi, per un costo di 155mila euro», aggiunge l’assessore Massimo Reggio. Sono già affidati i lavori per la sostituzione dei giochi per i bambini nei parchi (centomila euro) e l’acquisto di due servizi igienici autopulenti da posizionare nelle piazze Prunotto e Chiodi (110mila euro). Centocinquantamila euro, per oltre metà finanziati dalla Dimar, serviranno per dotare la Zona H di un campo da basket e uno da beach volley. Non mancheranno: il rifacimento dei marciapiedi di via Galimberti (70mila euro), le asfaltature in corso Torino e piazza Garibaldi (83mila), i marciapiedi di strada di Mezzo e via Ferrero (100mila), gli asfalti di strada Borghino e corso Piave (79mila), l’illuminazione a Scaparoni e al Mogliasso (30mila), la manutenzione dei porfidi del centro storico (70mila).

È molto atteso l’intervento per la messa in sicurezza della piazza di San Rocco Seno d’Elvio. Costeranno meno di centomila euro i lavori per le fognature del parcheggio di via Pieroni (65mila), il contributo per il Museo della vite nel castello di Grinzane (75mila), la manutenzione dei torrenti (95mila), l’adeguamento della bocciofila (68mila), la copertura dell’ex mattatoio (96mila euro) e un fabbricato rurale per l’accoglienza alla scuola enologica Umberto I (90mila euro).

Si spendono in parte oneri e avanzo

Altri due milioni di euro di opere saranno promossi dall’Esecutivo di Carlo Bo, dando fondo all’avanzo di amministrazione e spendendo parte dei proventi degli oneri di urbanizzazione.

«Abbiamo deciso di spostare all’anno prossimo la variante di corso Canale che collegherà il ponte Albertino e regione Mogliasso. Impegnare un milione e mezzo nel 2020 per un’opera che richiede una progettazione complessa, la costruzione di ponti e l’acquisto di terreni non ci sembra opportuno. Abbiamo previsto 60mila euro per la progettazione», spiega il sindaco.

Metà dell’avanzo di amministrazione impiegato, vale a dire 500mila euro, servirà per asfaltature in numerose zone della città: «Per mantenere le strade a un livello adeguato occorrono all’incirca 400mila euro l’anno. A causa dei vincoli di bilancio, negli ultimi dieci anni è stato possibile spendere poco più di due milioni: nel prossimo quadriennio abbiamo stabilito di investire altri due milioni», spiega l’assessore Massimo Reggio.

L’Amministrazione punta forte anche sul progetto Bici sicure: «Stanzieremo centomila euro per dieci postazioni di rastrelliere videosorvegliate per la sosta delle biciclette. Le immagini saranno messe a disposizione delle Forze dell’ordine», anticipa Reggio. Come detto, per i campi sportivi saranno previsti 220mila euro; di altri 150mila è la quota del Comune per l’attesa passerella sopra i binari della ferrovia nella stazione di Alba.

Gli oneri di urbanizzazione riscossi saranno impegnati per 800mila euro. La previsione è di 1,2 milioni, tenendo conto del calo che l’emergenza Covid-19 ha portato anche all’edilizia.

Centomila euro sono stati previsti per il miglioramento di corso Europa: «Sono stati spesi 14mila euro per lo studio sull’assetto. Appena avremo i risultati inizieremo gli incontri con il quartiere Piave per concordare il miglioramento della pista ciclabile, dei marciapiedi e della carreggiata», precisa Reggio. Altri 120mila euro saranno stanziati per completare i lavori di prevenzione del dissesto idrogeologico in località San Cassiano.

Di minore entità gli altri interventi finanziati con gli oneri di urbanizzazione: la messa in sicurezza del ponte di Santa Margherita (50mila euro), il parcheggio di via Vivaro (40mila), la manutenzione di strada Bussoletta e Scaparoni (60mila).

Altri sessantamila euro saranno impiegati nella manutenzione straordinaria dei torrenti. È prevista la stessa cifra per il miglioramento di via Verdi; 50mila euro per le piste ciclabili di corso Barolo, 40mila per la salita Gino Rocca e trentamila per l’illuminazione di Bricco Capre.

m.p.