Venerdì 10 assaggiatori di formaggi in assemblea al castello di Grinzane

Un'immagine dell'assemblea del 2019, quando l'Onaf ha festeggiato a Grinzane i trent'anni di attività.

GRINZANE CAVOUR L’Onaf (Organizzazione nazionale assaggiatori formaggi) riprende ufficialmente l’attività con l’assemblea generale, in programma venerdì 10 luglio, alle 10, al castello di Grinzane Cavour. Inizialmente, l’importante appuntamento associativo era stato programmato in videoconferenza, ma l’allentarsi delle misure restrittive per lo svolgimento di eventi ha spinto l’organizzazione presieduta da Piercarlo Adami a convocare l’assemblea in presenza, anche per dare un segnale di ripresa concreto dopo mesi difficili a causa della pandemia. «Credo che, pur con le doverose cautele, sia giusto riprendere l’attività non in modo virtuale. Chiediamo ai soci di pazientare ancora un po’, ma ci stiamo organizzando per ripartire al meglio. Sulla base delle norme attuali stiamo predisponendo un protocollo per poter riavviare i corsi in autunno», afferma Adami.

Il programma dell’assemblea prevede la relazione del presidente sull’attività svolta nel 2019 (anno caratterizzato dalle fortunate iniziative per festeggiare i trent’anni dell’organizzazione) e l’approvazione del rendiconto, ma non mancheranno sicuramente analisi e considerazioni sulla situazione dei mesi scorsi, che ha messo in seria difficoltà il comparto lattiero-caseario, colpendo soprattutto i piccoli produttori che hanno dovuto fare i conti con la chiusura dei ristoranti e la sospensione dei mercati. Per questo motivo, nei giorni del lockdown, l’Onaf è stata al fianco dei Consorzi di tutela nelle campagne avviate per sostenere la vendita e il consumo dei formaggi, ribadendo il proprio ruolo fondamentale nella promozione e la valorizzazione dei prodotti caseari di qualità.