I Carabinieri chiudono un macello clandestino: 26 persone denunciate

TORINO Macellavano animali in un capannone a Mappano nella più totale inosservanza delle norme igienico sanitarie: i sigilli al mattatoio e alla stalla annessa sono stati apposti, il 31 luglio, dai Carabinieri della Compagnia di Torino oltre Dora, coadiuvati dai Carabinieri forestali e dei Nas.

Denunciato il proprietario dei locali, un imprenditore italiano di 64 anni; dovrà rispondere dei reati di macellazione clandestina, abbandono di rifiuti e di porto di armi e oggetti atti a offendere, ossia gli strumenti che utilizzava per ammazzare gli animali.

Assieme a lui sono stati deferiti 25 uomini di nazionalità maghrebina, impegnati nelle attività di macellazione, intensificate nell’imminenza della ricorrenza islamica che ricorda il sacrificio del figlio Isacco chiesto ad Abramo. Sequestrati oltre 150 capi fra ovini e bovini, alloggiati in una stalla vicina al mattatoio clandestino, oltre alla carne già sezionata e pronta alla vendita.

Davide Gallesio