Bocce: la gara del tartufo ha fatto registrare numeri da record

BOCCE  La coppia composta da Emanuele Ferrero e Massimo Cardano (Piatto sport) si è aggiudicata la trentaquattresima edizione della gara internazionale del tartufo bianco d’Alba, decimo memorial Umberto Granaglia. In finale Ferrero e Cardano hanno sconfitto per 11-2 la coppia della Quaronese formata da Daniele Grosso e Pietro Camelli. Si sono fermate in semifinale la Roretese (Alessandro Longo, Gianfranco Zorgnotti) e la Dolada (Lino Fare e Walter Olivato). Nella competizione femminile, giunta alla terza edizione, ha trionfato la coppia di Buttrio (Udine) con Caterina Venturini e Alessandra Pers. Le friulane si sono imposte in finale per 9-4 sulla coppia della Borgonese (Leyla Ziliotto e Serena Traversa). Le vincitrici in semifinale hanno sconfitto 10-9 Valentina Basei e Francesca Carlini, mentre le seconde classificate hanno eliminato per 12-4 Nadia Camilla e Micol Perotto. Sul quinto torneo junior ha posto il sigillo la Centallese di Alex Dalmasso e Matteo Torta. I cuneesi hanno superato in finale per 13-4 la coppia astigiana del Valfenera composta da Matteo e Luca Vercelli. Si sono fermate in semifinale le coppie della Perosina (Valentina Oleastro e Diego Verganti) e dell’Auxilium (Francesco Costa e Nicolò Buniva).

Carlo Bresciano è stato nominato socio onorario della Bocciofila Albese.

Molto importante la presenza per la prima volta ad Alba del presidente della Federazione italiana bocce Marco Giunio De Sanctis. Durante le premiazioni è stato consegnato a Carlo Bresciano il riconoscimento di socio onorario della Bocciofila Albese, per il contributo dato negli anni per la realizzazione della manifestazione. A premiare i vincitori del torneo femminile e di quello junior è stato Enzo Granaglia, figlio del grande campione a cui è dedicata la competizione albese. Quest’anno, a causa del Covid-19 e delle relative restrizioni, la gara internazionale è stata giocata a coppie anziché a quadrette: erano iscritte 228 formazioni, alle quali vanno aggiunte 27 femminili e 18 junior, per un totale di 546 giocatori. Numeri importanti in una stagione che non ha mai visto la disputa di gare con più di 100 squadre, a conferma del prestigio della competizione albese.